i.MX25, nuova famiglia di SoC da Freescale

di Francesco Commenta

Freescale, società leader nel settore embedded, propone una nuova famiglia di SoC (System-on-chip): la i.MX25.

La nuova famiglia è, secondo quanto afferma Freescale, trova la sua naturale collocazione nel settore embedded, in particolare per le applicazioni di tipo automotive.

Il core del processore è il risultato di una implementazione più efficiente del processore ARM926EJ-S.

Attraverso l’uso del nuovo processore di Freescale, è possibile ridurre sensibilmente il costo dei nuovi design intervenendo sui componenti.

Infatti, è possibile, per esempio, risparmiare sulla logica di controllo del touchscreen, CAN, Ethernet, DDR2. Oltre a disporre di due porte USB PHYs e di un ADC a 12-bit.

La famiglia i.MX25 è composta da una discreta varietà di soluzioni.

In effetti, per le applicazioni di tipo automotive si propongono:

  • i.MX251 – ideale per le applicazioni di connettività audio. Secondo quanto dichiara sempre Freescale, il prodotto ha avuto la qualifica AECQ-100.
  • i.MX255 – Oltre alle prerogative di base già previste, è anche disponibile un controller LCD, due interfacce smartcard e la capacità di interfacciarsi verso sensori. Dispone anche di una interfaccia verso PATA/CE-ATA o verso display ad alta risoluzione (fino a SVGA). Il componente garantisce il supporto verso video input.

Per le applicazioni di tipo embedded ad ampio respiro:

  • i.MX253 – è la versione di base di i.MX25 utilizzata per questo segmento di produzione. È dotato di un controllore LCD oltre di un’ampia gamma di opzioni offerte per la connettività. Le possibili applicazioni vanno dall’automazione di fabbrica alla robotica, dagli scanner di barcocode alle stampanti.
  • i.MX257 – è una versione più evoluta del SoC i.MX253 e comprende l’interfaccia verso smartcard, due interfacce CAN e una ESAI per applicazioni audio.
  • i.MX258 – Oltre alle prerogative già presente della versione i.MX257, il SoC è stato realizzato appositamente per il settore della sicurezza industriale, come le applicazioni POS (point-of-sale). Secondo quanto dichiara il costruttore, il dispositivo è corredato da un tamper detection circuitry in grado di annullare rapidamente tutte le informazioni riservate se è rilevata un’eventuale minaccia.

La famiglia i.MX25 funziona con un clock fino a 400 MHz e ha la caratteristica di avere una bassa dissipazione. È disponibile un Product Development Kit (PDK) con, in alternativa, Windows CE embedded 6.0 (MCIMX25WPDK) e Linux (MCIMX25LPDK).

Ulteriori informazioni al sito di Freescale, qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.