Software di gestione ELOFICASH: come organizzare il processo di recupero dei crediti

di Redazione Commenta

Controllare le aziende con cui si fanno affari è soprattutto un dovere per poter salvaguardare la propria impresa ed i suoi guadagni. Recuperare crediti pendenti diventa, in periodi di crisi come quello che stiamo attraversando oggi, un vero e proprio obbligo per ogni realtà imprenditoriale.

Il Gruppo Formula (sito web http://www.formula.it), leader nella produzione e distribuzione di software specializzati, ha pensato a soluzioni in grado di rispondere alle esigenze aziendali e, per ottimizzare, automatizzare ed organizzare al meglio il lavoro dei professionisti delle medie e grandi imprese ha ideato il software di gestione credito ELOFICASH.

Attraverso questa piattaforma innovativa, studiata appositamente per la gestione del credito, si può rivoluzionare completamente ogni azione di credit management, ridurre i rischi, il margine di errore e di conseguenza la percentuale dei mancati guadagni.

Mettendo al servizio di aziende e professionisti il software di gestione dei crediti ELOFICASH, Formula consente alle imprese di velocizzare il processo di recupero del credito e massimizzare i profitti.

Il software dialoga perfettamente con le altre tecnologie già in utilizzo nelle aziende e non necessita di know-how particolari o conoscenze specifiche per essere installato ed utilizzato. Unico nel suo genere, infatti, ELOFICASH risulta essere un investimento sicuro per massimizzare i guadagni, ridurre i tempi di lavoro e anche lo stress dei dipendenti.

Innovativo, efficace ed efficiente. Queste le qualità che possono descrivere al meglio il software di recupero crediti ELOFICASH che, mediante una riorganizzazione del processo di risk management, può risultare un valido supporto nella gestione del rischio e dei contenziosi.

ELOFICASH permette, infatti, di mitigare e controllare la rischiosità dei clienti di ogni azienda e di comunicare con assoluta tempestività le diverse informazioni ai reparti aziendali. Per ridurre l’ammontare del credito in sospeso, infatti, è necessaria non solo una conoscenza più approfondita del portafoglio clienti, ma anche il coinvolgimento di tutti gli attori interni ed esterni. Una buona strategia di sollecito ed un’ottima condivisione di azioni e informazioni completano il quadro delle attività necessarie per gestire il rischio connesso ai crediti pendenti e tutelare, così, la salute dell’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>