Intel: ottimizzazione delle app Android per architetture Intel x86

di Martina Oliva Commenta

Sono numerosi i dettagli che è indispensabile curare durante la fase di produzione di un’applicazione destinata all’universo Android, il sistema operativo che più di ogni altro può vantare un’interminabile elenco di device mobile di vario tipo.

Immagine che mostra il logo di Android su display

Una problematica questa alla quale gli sviluppatori giorno dopo giorno cercano di far fronte ed a cui Intel ha scelto di dedicare particolare attenzione mettendo a disposizione di tutti gli interessati alcune linee guida e degli strumenti specifici.

Compilazione

Per un’architettura Intel x86 è necessario compilare correttamente le app. Per le applicazioni che richiedono un certo livello di performance è opportuno scrivere codice nativo. In tal caso è indispensabile seguire una procedura specifica che consente di compilare un’applicazione per le architetture x86 e che generalmente risulta abbastanza semplice.

Parallelismo

Combinare diverse azioni periodiche in una sola consente di evitare system call inutili. Ciò non solo offre la possibilità di ottenere un gran risparmio sul consumo energetico ma permette anche di avere un maggiore grado di parallelismo.

Multithreading

I device Android sfruttando in maniera sempre maggiore processori multi-core. Impiegando tutti i core disponibili non solo è possibile migliorare le prestazioni del device ma per di più si può risparmiare un notevole quantitativo di energia.

Codice

Un buon sistema per sfruttare completamente le potenzialità dell’architettura Intel x86 consiste senz’altro nel provvedere all’ottimizzazione del codice. Per riuscire nell’impresa è opportuno impiegare istruzioni vettoriali che consentono di eseguire azioni comuni in molto meno tempo.

Memoria

Ridurre all’osso l’uso di risorse di memoria consente di diminuire ragionevolmente i consumi energetici per le applicazioni attive.

Tecnologie

I processori Intel x86 consentono di sfruttare tutta una serie di interessanti tecnologie, quali:

  • Intel WiDI: Si tratta di una tecnologia che consente di connettere un dispositivo ad un monitor esterno senza cavi.
  • Intel HAXM: Si tratta di un hypervisor che utilizza la tecnologia Intel VT-x per migliorare la virtualizzazione dell’emulatore ed aumentarne le prestazioni.
  • Intel INDE: Si tratta di un tool che offre la possibilità agli sviluppatori di adattare facilmente le proprie app ad un maggior numero di architetture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>